Il massaggio decontratturante origina delle tecniche di massaggio svedese, molto diffuso in Occidente.

Grazi alle tecniche base di quest’ultimo si possono infatti realizzare il massaggio sportivo, il massaggio connettivale, il massaggio con aromaterapia e altri tipi di massaggio.

Cioè che contraddistingue questi massaggi è il loro metodo per stimolare la circolazione, il sistema circolatorio, rilasciare i muscoli contratti, ripristinare la gamma di movimento e alleviare il dolore.

Se è la prima volta che fai un massaggio o saltuariamente ricevi massaggi, un trattamento decontratturante è adatto a te. La maggior parte delle persone riceve un massaggio decontratturante di 50 o 60 minuti, ma 75 o 90 minuti daranno al terapeuta più tempo per lavorare il tessuto muscolare e ottenere maggiori risultati. Un massaggio decontratturante può essere lento e gentile, o vigoroso e tonificante a seconda di quello che sta sta cercando di ottenere.

È meglio prenotare un massaggio profondo , che è un’altra forma di massaggio, nel caso tu abbia forti contratture e dolore.

Cosa succede durante un massaggio decontratturante
Durante tutto il massaggio decontratturante , il terapista lubrifica la pelle con olio da massaggio ed esegue effleurage, petrissage, frizione, tapotement, vibrazione, impastamenti.

Questi movimenti riscaldano il tessuto muscolare, rilasciando la tensione e rompendo inizialmente i “nodi” muscolari o tessuti aderenti, dette aderenze. Il massaggio decontratturante favorisce il rilassamento, tra gli altri benefici per la salute, ma prima del massaggio, il terapeuta dovrebbe chiederti di eventuali problemi fisici o altre condizioni.

Le cose che vorresti dire un terapeuta riguardano aree di oppressione o dolore, allergie e condizioni come la gravidanza. Puoi anche dirglielo in anticipo se preferisci una pressione leggera o salda.

Dopo la consulenza, il terapeuta vieni su il tavolo, una faccia in su, sotto il lenzuolo o l’asciugamano o meno, e poi lascia la stanza. Busserà o chiederà se sei pronto prima di entrare.

I benefici del massaggio decontratturante

Il massaggio decontratturante ha il potere di calmare il sistema nervoso e promuovere un senso di benessere e calma, riducendo l’ansia e la tensione nel corpo, oltre che aiutare ad alleviare la depressione.

I massaggi decontratturanti migliorano la circolazione sanguigna , e qusto ti aiuta  a sentirti più energetico aumentando il flusso di ossigeno, ricco di nutrienti, ai muscoli del tuo corpo. Inoltre qusto tipo di massaggio aiuta il sistema linfatico, che trasporta i prodotti di scarto del corpo.

Se soffri di crampi muscolari e spasmi, un massaggio decontratturante con particolare attenzione a queste problematiche può essere utile per alleviare questo tipo di dolori. Questo massaggio può anche aiutare l’artrite e la sciatica.

Il massaggio non è una buona idea se hai febbre, infezioni, infiammazione, osteoporosi e altre condizioni patologiche – almeno non senza consultare prima il tuo medico – ed è meglio non fare un massaggio se sei malato.

Il fattore di nudità durante il massaggio
Durante un massaggio decontratturante, sei chiaramente nudo sotto un asciugamano o un lenzuolo. Il terapeuta scopre solo la parte del corpo su cui si sta lavorando, con una tecnica chiamata drappeggio. Se la nudità ti fa uscire dalla tua zona di comfort, puoi tenere la biancheria intima. Molti nuovi arrivati ​​lo fanno.

Di solito si inizia con una posa prona con la testa in una culla a forma di “U” in modo che la colonna vertebrale rimanga neutrale. Generalmente il terapeuta inizia a lavorare la schiena, usando vari tecniche come l’impastamento, lo scivolamento leggero e appoggiato, lo stretching e il tapping.

Quando ha finito, lavora sul retro di ogni gamba. Quando viene finito il lato posteriore, tiene l’asciugamano e distoglie lo sguardo mentre ti giri e lo abbassa, ricoprendoti di nuovo e quindi massaggiando la parte anteriore di ciascuna gamba, le braccia e poi il collo e le spalle.

Alcuni terapeuti lavorano in un ordine diverso e hanno tutti un proprio stile e tecniche. Se hai solo 50 minuti, puoi anche chiedere loro di trascorrere più tempo su una determinata area. Se la pressione è troppo leggera o troppo ferma, dovresti parlare e chiedere al terapeuta di regolarlo. Se vuoi un lavoro più profondo e puoi tollerare più pressione per ottenere sollievo dal dolore muscolare cronico, è meglio che tu prenota un massaggio profondo del tessuto , che è un’altra forma di massaggio decontratturante.

Le origini del massaggio decontratturante
Il massaggio decontratturante si basa sui concetti occidentali di anatomia e fisiologia in contrapposizione al lavoro energetico più comune nel massaggio in stile asiatico. Il professionista olandese Johan Georg Mezger (1838 – 1909) è accreditato come l’uomo che ha adottato i nomi francesi per denotare i tratti fondamentali sotto i quali ha sistemato il massaggio come lo conosciamo oggi.

All’inizio del XIX secolo il fisiologo svedese, Per Henrik Ling (1776-1839) all’Università di Stoccolma, sviluppò un sistema chiamato “Ginnastica medica” che includeva movimenti eseguiti da un terapeuta. Questi sono diventati noti come “movimenti svedesi” in Europa e “la cura del movimento svedese” quando arrivarono negli Stati Uniti nel 1858.

Secondo Robert Noah Calvert, autore di “The History of Massage”, il sistema di Mezger è stato confuso con il sistema di Ling e, poiché è arrivato prima, Ling ha ricevuto il riconoscimento per il “Swedish Massage System”, da cui il nome di “massaggio svedese”.

Il massaggio svedese si è evoluto nella prima metà del 20 ° secolo per diventare un intero sistema di fisioterapia, compresa la manipolazione dei tessuti molli, i movimenti, l’idroterapia e l’elettroterapia negli anni ’30, secondo Patricia Benjamin, un’altra storica del massaggio. È caduto in disgrazia mentre la medicina moderna, gli ospedali e le medicine si sono mossi in primo piano nel pensiero della nostra cultura sulla salute.

Benjamin afferma che l’interesse per il massaggio fu rianimato negli anni ’70 come parte del movimento contro-cultura. L’Esalen Institute in California ha sviluppato il “massaggio Esalen“, spesso dato a lume di candela, con un efflusso a scorrimento lungo eseguito con leggerezza. Non era necessariamente destinato ai professionisti, ma a coltivare il dare e il ricevere del tocco.

Questo metodo ha influenzato il massaggio, spostandolo verso una maggiore quantità di luce. I massaggi decontratturanti e profondi sono il tipo di massaggio in arrivo . Prima e Durante la sessione di massaggio decontratturante , comunica con il tuo terapeuta in modo che il tuo massaggio sia personalizzato una base di alle tue esigenze specifiche.